Diciamo Basta ai Circhi con gli Animali!

Nei circhi italiani ci sono ancora 2000 animali prigionieri: la maggior parte di loro, come tigri e leoni, sono nati in cattività, mentre altri sono stati importati, spesso illegalmente. La realtà dell’addestramento si basa sulla violenza, fisica e psicologica. Sulla paura e sulla privazione del cibo. Il resto lo fanno i bastoni, le percosse, a volte anche i pungoli elettrici.
In gabbia gli animali soffrono, non abituiamo i bambini a gioire dei maltrattamenti!
In Europa e nel mondo sempre più Paesi bandiscono gli animali dai Circhi, preferendo uno spettacolo circense basato sull’abilità dell’uomo, non sullo sfruttamento dei più deboli!
il circo con animali è crudele non dare i tuoi soldi a chi sfrutta gli animali
In Italia, già molte Amministrazioni Comunali hanno approvato un apposito Regolamento, disponendo che, nel territorio comunale, non siano più accolti spettacoli con uso di animali di specie esotiche e/o selvatiche individuate nella CITES, la “Convenzione di Washington”, che ha una propria autorità di gestione al Ministero dell’Ambiente.
Con tale Convenzione, i Paesi firmatari si sono dati precise regole per la salvaguardia del patrimonio naturale mondiale, soprattutto al fine di eliminare il grande flagello della cattura, sino ad allora indiscriminata e distruttiva ed in mano quasi esclusivamente ad organizzazioni criminali.
IL M5S, che ha già presentato una mozione all’Ars, prima firmataria Angela Foti, chiede al sindaco Bianco, alla Giunta e al Consiglio Comunale di Catania, di inserire il Titolo XI -–“Disciplina dei Circhi e delle Mostre itineranti”- al Regolamento Comunale per la Difesa degli Animali, che vieti nel territorio comunale l’attendamento dei Circhi con animali selvatici, esotici o a rischio di estinzione.
Ancora oggi sul territorio siciliano vengono ospitati circhi con animali, fermiamo questo scempio!